USTIONARSI FACENDO UN CAFFE'!

Aggiornato il: mag 24




Ero alle prime armi e lavoravo per conto mio con un mio furgone.


Mi arrivò una chiamata da una scuola ad Ascoli: “Non fa il caffè!” mi dissero. Intervenni prontamente come sempre.


Aprii il distributore ed effettivamente era così.


Il problema non era all’uscita ma altrove. I miei studi da ragioniere scarso non mi avevano formato in merito e le mie conoscenze erano quelle che avevo appreso da mio padre.


Da buon italiano non leggevo i manuali, lì c’è scritto tutto si sa!


Provai a ragionare ed andando indietro scoprii che il problema era prima.


Non arrivava l’acqua dalla caldaia al “gruppo” del caffè... si chiama così il marchingegno che accoglie la dose di caffè macinato che viene pressato per poi essere attraversato dall’acqua bollente.


Il sistema è simile a quello della caffettiera... Si mette l’acqua sotto e sopra il caffè macinato per poi uscire quando l’acqua arriva in ebollizione ed attraversa il caffè che è posizionato nel mezzo.


La differenza tra caffettiera e distributore sta nel fatto che arriva da dietro, c’è una caldaia che sta costantemente in ebollizione e manda l’acqua al gruppo quando pigi il tasto.


L’acqua dalla caldaia non arrivava e quel giorno feci la conoscenza con il calcare, avevo scoperto che si chiamava così quel sedimento bianco simile alla sabbia.


Scoprii che bastavano pochi granelli per otturare un tubicino piccolo come uno stuzzicadente.


Vidi quella puntina che impediva l’uscita e la mia intraprendenza mi portò a prendere uno stuzzicadente dalla cucina della scuola e bucare quella “barriera”.


Mi avvicinai con il viso e liberata l’uscita arrivò un getto di acqua bollente in viso, al mento per la precisione.


Saltarono degli strati di pelle!!!


Dovetti andare al pronto soccorso per curarmi.


Non registrai l’infortunio sul lavoro, il datore (mio padre) si sarebbe incaxxato... per lui l’importante era che la macchina ripartisse… Ed effettivamente andò così!


Tornò in funzione nonostante il suo “dipendente” avesse un’ustione!


Capii quel giorno che quella puntina di calcare poteva essere eliminata con una manutenzione preventiva specifica, bastava montare un filtro sull’impianto… Un fitro che “addolcisse” l’acqua.


IL 90% DEL CAFFE' E' COMPOSTO DA ACQUA E VA ESAMINATA, CONTROLLATA E "TRASFORMATA" PER RENDERE EFFICIENTISSIMA LA MACCHINA DEL CAFFE', PICCOLA O GRANDE CHE SIA.


Da quel giorno applicai le manutenzioni su tutto... Non volevo finire nuovamente al centro ustionati e per questo diffusi la CULTURA DELLA PREVENZIONE prima su me stesso poi sui collaboratori che via via entravano in azienda.


Oggi è diventato un must!


Anche per te che hai una macchinetta di caffè a casa abbiamo una cura preventiva che ti permette di premere il tasto ed avere sempre il top della resa.


Se non esce bene hai il problema lì, nell’acqua!


Dietro c’è un mondo e ci sono particolarità che devi sapere.


Se non vuoi finire al centro ustionati… Clicca qui sotto… te lo dico io come si fa!


https://www.emacchinette.it/comodato-d-uso

152 visualizzazioni